Pedagogìa, Laurea e prospettive di Occupazione.

24 luglio 2010 di Giovanni Volpe

Pedagogìa, Laurea e prospettive di Occupazione

Laurea, Orientamento Universitario, Professioni e Attività in proprio Vincenti

Laurea, orientamento universitario, professioni e attività in proprio vincenti, una introduzione a questa facoltà, alle professioni e attività in proprio consigliate.

Quando si parla di pedagogìa, di scienze dell’educazione, per associazione emerge il nome della grande pedagogista italiana, la prof.ssa Maria Montessori.

Il suo metodo, l’originale approccio all’infanzia, il permettere ai bambini di esprimere in pieno la fantasia, lalibertà,
la spontaneità,… affiancati da un docente all’altezza del compito, a
conoscenza anche del metodo Montessori, con attitudini e requisiti ben precisi per assolvere al compito di insegnante nel migliore dei modi.

La possibilità di permettere ad ogni bambino di sviluppare l’intelligenza, la creatività, i propri talenti, senza enfatizzare in modo eccessivo come ai nostri giorni l’attenzione solo sui bambini prodigio.

Le innovazioni introdotte dalla Montessori, riguardano tra l’altro, l’organizzazione, la disposizione degli spazi, l’arredo, tutti fattori che contribuiscono a creare l’ambiente più idoneo all’apprendimento, allo sviluppo delle capacità innate dei bambini.

Inoltre, si nota, la mancanza dei voti, l’inesistenza della competizione, la mancanza dei banchi, il tutto per favorire le capacità naturali di espressione, di analisi, la creatività, la curiosità,…

Per gli studenti, con il diploma di maturità appena conseguito, che si accingono a intraprendere questo percorso di studi, per conseguire la laurea, può essere di aiuto prima di prendere la decisione definitiva di iscriversi, usufruire di ulteriori informazioni.

Ad esempio, il riconoscimento professionale e lo stipendio, purtroppo sono i punti deboli per chi ha una laurea in questa disciplina.

La retribuzione di un educatore è inadeguata, caratteristica in comune con la laurea di altre discipline.

Purtroppo, nel nostro Paese la figura professionale del pedagogista è sottovalutata, oltre ad essere sottopagata.

Da considerare, per coloro che sono interessati a pedagogia, di fare la triennale e poi la specialistica in Scienze Pedagogiche e dell’Educazione.

Si diventa Pedagogista, dopo essersi laureati nel Corso di Laurea Specialistica in Scienze Pedagogiche e dell’Educazione.

A titolo indicativo, per i giovani alle prese con la decisione inerente quali studi universitari intraprendere, può essere consigliabile leggere il post, “Come scegliere la laurea e l’università giusta“.

Gli sbocchi occupazionali, in qualità di consulente negli enti pubblici, Asl, ospedali, carceri, comunità di recupero, oltre alla prospettiva di aprire uno studio.

Una riflessione che scaturisce spontanea è inerente a questo tipo di studi, dove spicca la vocazione, la propria sincera realizzazione, a scapito di una giusta e meritata remunerazione adeguata al livello di preparazione, negata da questo sistema socio-politico-economico.

Qual è la tua storia o esempio, cosa pensi a proposito?

Libri da leggere, consigliati,… per studenti universitarilaureati, diplomati,… per imprenditori, manager, consulenti in direzione aziendale, tecnici, docenti,… giovani, donne e uomini di ogni età, per intraprendere attività in proprio, per trovare lavoro, per specializzazione, per aggiornamento professionale, per cultura,… hobby, da “Il Blog di Giovanni Volpe” blog sul lavoro, corsi, recensioni di libri, prodotti e servizi. www.giovannivolpe.it

(Per maggiori informazioni e per acquistare online, su uno dei migliori, più affidabili e più sicuri, siti web al mondo, presente anche in Italia, con la sicurezza dei pagamenti, con carta di credito, garanzìe, ad esempio, possibilità di restituire il prodotto, ampio assortimento, opzione di spedizione gratuita, per acquisti superiori a €29, con recensioni di altri acquirenti e prezzi convenienti) segui il link (da questo libro,… puoi accedere al vastissimo assortimento di libri universitari,… disponibili, per trovare tutti quelli che cerchi):

 

Fonte immagine: amazon.it

Altre letture utili, che ti possono interessare attinenti a, Attività in proprioProfessioni,… Formazione, recensioni di Libri,… e consigli per gli Acquisti:

  1. Generazione Perduta’ di Vera Brittain: Recensione Libro su “Il Blog di Giovanni Volpe”.
  2. Giorgia: Senza Paura [Limited Gold Edition 2 CD + DVD] CD: Recensione su “Il Blog di G.V.”.
  • Migliori Orologi: Bulova Diamond Orologio Donna, design in acciaio inox, quadrante in madreperla 96W206. Recensione su “Il Blog di G.V.”
  • Nuovo e-reader Kindle Oasis, resistente all’acqua, schermo da 7” ad alta risoluzione (300 ppi), 8GB, connettività Wi-Fi di Amazon: Recensione Lettore eBook su “Il Blog di G.V.”
  1. Huawei Mediapad T3 Tablet, Display da 10?, CPU MSM8917, Quad-Core A53, 1.4 GHz, Memoria RAM da 2 GB, ROM 16 GB: Recensione Migliori Tablet su “Il Blog di G.V.”
  2. Migliore Tablet: Samsung Galaxy Tab E Tablet, Display da 9.6″, Processore da 1,3 GHz, RAM 1.5GB, HDD da 8GB, Wi-Fi, Bianco SM-T560NZWAITV. Recensione su “Il Blog di G.V.”
  • Apple Iphone 8 – 64 Gb Oro. Recensione Migliore Smartphone su “Il Blog di Giovanni Volpe”
  1. Bicicletta Passeggio Citybike Shimano, Alluminio, di Moma Bikes: Recensione su “Il Blog di G.V.”.
  2. Biciclette: Bianchi Spillo Rubino Uomo City Bike 28 BlackMatt. Recensione su “Il Blog di G.V.”.
  1. Migliore Bici Elettrica: BMW Cruise E-Bike. Recensione su “Il Blog di G.V.”.
  2. Bicicletta Elettrica a Pedalata Assistita Atala e-run Lady Bici 250w 36v: Recensione Migliori Biciclette Elettriche su “Il Blog di G.V.”.
  3. Bici Elettriche Bici Pieghevoli BMX Bici da strada Richbit RT-618 2016: Recensione su “Il Blog di G.V.”
  1. Ray-Ban Occhiali da Sole da Donna 4171: Guida alla Scelta. Recensione su “Il Blog di G.V.”.
  2. Trolley Clacson ABS Rigido 4 Ruote: Guida all’Acquisto. Recensione su “Il Blog di Giovanni Volpe”.
  3. Festina Sport Orologio unisex 16242/1: Recensione Migliori Orologi Sportivi su “Il Blog di G.V.”.
  4. Kindle Paperwhite: Il Migliore Lettore di eBook.

 

> Per Mettersi in proprio e avviare bene un’Attività in proprio (senza improvvisare e per prevenire costosi errori (da ogni link che segue, puoi accedere anche ad altri 150 Business):

 

> Ti consiglio, in special modo, uno strumento di qualità, molto utile (di importo contenuto, per utilizzare bene il tuo danaro, in modo redditizio), per Imprenditori, per Aspiranti Imprenditori,… il Kit Creaimpresa (sono disponibili 150 Kit, ad esempio, da come aprire un Agriturismo,… a una Pizzeria al Taglio,… a un’attività in proprio di Corsi di Formazione, a un Outlet,… un Campo di Calcetto).

Per chi, ha spirito imprenditoriale,… ed è in cerca di un buon supporto, per avviare un’attività di asilo nido,… e ricevere info e consigli per avere finanziamenti, contributi a fondo perduto e agevolazioni pubbliche, segnalo il Kit Creaimpresa (da me valutato e ritenuto veramente valido, pratico,… e molto utile):

 

Il Kit Come APRIRE un ASILO NIDO, MICRONIDO, NIDO FAMILIARE in CASA è composto da:

kit-creaimpresa-asilo-nido-cd

 

 

 

 

Il Kit è la soluzione intelligente, per progettare, valutare, realizzare con successo il tuo business.

Con il KIT puoi risparmiare soldi e settimane di lavoro!

 

Pubblicità
Booking.com
  1. Carlotta ha detto:

    Salve,
    Mi scuso per il disturbo ma guardando il suo blog ho pensato, vista la sua competenza, di permettermi di chiederle un consiglio. Sono una ragazza di 23 anni e sto per accingermi a scegliere un corso di laurea magistrale; Sono molto indecisa su due possibili percorsi:

    – Economia e gestione aziendale curriculum management e marketing.
    – Economia e management delle imprese cooperative e delle organizzazioni non-profit.

    In realtà sono più interessata al secondo percorso (ho svolto diverse ricerche sulla responsabilità sociale d’impresa con il mio relatore di laurea e mi sono appassionata molto all’argomento) però ho paura che mi offra meno sbocchi lavorativi. A tal proposito chiedo preziosissimi consigli ad un esperto come lei.

    Spero mi possa rassicurare o per lo meno consigliare.

    La ringrazio anticipatamente

    Cordiali saluti
    Martelli Maria Carlotta

    • Giovanni Volpe ha detto:

      Ciao Carlotta,
      benvenuta,

      Per quanto riguarda, gli sbocchi professionali, entrambi i percorsi sono molto validi.

      Il tutto è orientato a consigliarti di seguire il secondo percorso, ascolta il tuo inconscio, il tuo cuore, non avere alcun timore, sia per la passione che ti contraddistingue per il non-profit, la quale ti permetterà per il tuo continuo aggiornamento ed il conseguente alto livello di conoscenza di poterti proporre in tempi ragionevoli per posizioni in qualità di dirigente, sia per il sempre più
      rilevante ruolo che ogni giorno ricopre il terzo settore.

      Ti ringrazio, per le gentili parole e per il commento.

      Buona giornata
      Gianni

  2. Vania ha detto:

    Salve…
    Ogni volta che leggo di Scienze dell’educazione mi viene la nausea…mill’anni fa mi avevan detto che avrei trovato lavoro, che mi sarebbe servita ad esser qualcosa di più di un educatore (visto che già lo ero senza alcun titolo) e anche un insegnante. Oggi, a 38 anni, con 9 di esperienza, una laurea magistrale di 43 esami, sono nulla…
    Speriamo che la Gelmini migliori le cose, perchè per ora la Pedagogia e la Scuola sono state dimenticate o destinate a donnette non motivate che non son riuscite a fare le postali!

    • Giovanni Volpe ha detto:

      Ciao Vania,
      benvenuta,

      Le tue osservazioni, pongono in risalto, la grande necessità di cambiamento che è necessario intraprendere anche nella Scuola, nell’Università,…

      Grazie per la tua partecipazione.
      Gianni

  3. Angela ha detto:

    Salve,
    Sto per laurearmi in scienze della formazione (pedagogia dell’infanzia)… mi trovo con molti dubbi e preoccupazioni… dicono e credo che sbocchi lavorativi ce ne siano ben pochi… sono indecisa su come proseguire i miei studi… se fare una specialistica o no. Sarei molto interessata
    all’ insegnamento. Lei potrebbe consigliarmi qualcosa?
    Grazie infinite
    Angela Ortis

    • Giovanni Volpe ha detto:

      Ciao Angela,
      benvenuta,

      I veloci e continui cambiamenti, in atto nel mondo del lavoro, richiedono prima di tutto capacità di adeguamento e flessibilità. Riuscire a conciliare, la propria vocazione, con le richieste del mercato del lavoro.

      Per una attività in proprio, posso segnalarti un mio post:
      https://www.giovannivolpe.it/asilo-nido-come-aprire-avviare-e-gestire-con-successo/

      In più, puoi esplorare, in “Libreria”, tra le Schede, in alto nella Home Page, su “Il Blog di Giovanni Volpe”, ad esempio il libro: “Ricomincio da me”.

      In bocca al lupo
      Gianni

  4. Lara ha detto:

    Salve,
    mi sono laureata in luglio scorso in Scienze dell’Educazione (triennale), vedendo la difficoltà di questi tempi nel trovare lavoro come educatrice volevo sapere se, facendo la specialistica in Scienze Pedagogiche (Università di Verona), avrei poi potuto intraprendere la carriera di Professoressa di Pedagogia. Può bastare una specialistica di questo tipo? O devo orientarmi verso altro per prendere in considerazione questa strada?
    La ringrazio anticipatamente per la sua disponibilità.
    Lara

    • Giovanni Volpe ha detto:

      Ciao Lara,
      benvenuta,

      In base alla riforma Gelmini, nello specifico dall’infanzia alle scuole secondarie superiori, sarà necessaria una Laurea Specialistica (o laurea vecchio ordinamento), oltre ad un Tirocinio Formativo Attivo, di 1 anno.
      Per le particolarità previste,… è opportuno per ulteriori informazioni più dettagliate, contattare anche la segreteria della tua facoltà.

      Spero di esserti stato utile.

      Buona domenica
      e in bocca al lupo.

      Gianni

  5. Eleonora ha detto:

    Buonasera, sono una ragazza laureata in scienze dell’educazione a Firenze, a febbraio. Ho deciso di iscrivermi alla laurea magistrale in scienze pedagogiche, per avere una formazione un po’ più completa. Sono molto interessata all’infanzia, in particolare a svolgere mansioni di coordinamento pedagogico nei servizi per l’infanzia. Lei mi può dare qualche consiglio a proposito? La laurea in scienze pedagogiche offrirebbe anche sbocchi differenti secondo lei?
    La ringrazio
    Eleonora

  6. Eleonora ha detto:

    Buonasera,
    sono una studentessa al terzo anno del corso di laurea in Scienze dell’educazione e della formazione dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano.
    Vorrei chiederle un consiglio in merito alla scelta del corso di laurea magistrale, non so cosa sia meglio da un punto di vista occupazionale tra Consulente pedagogico per la disabilità e la marginalità oppure Psicologia dello sviluppo e dei processi educativi (aperta sia ai laureati in Psicologia, sia ai laureati in Scienze della Formazione). Entrambi i corsi di laurea mi interessano moltissimo, vorrei anche aggiungere che attualmente sono una tirocinante presso il CAM Centro Assistenza Minori della Provincia di Milano e sono molto interessata ad occuparmi in un futuro lavorativo di disagio minorile e collaborare con il tribunale. Che strada dovrei intraprendere per poter intraprendere questo percorso?

    La Ringrazio,
    complimenti per questo Blog.

    Eleonora

    • Giovanni Volpe ha detto:

      Ciao Eleonora,
      benvenuta,

      Interessanti opportunità di occupazione, per Consulente pedagogico per la disabilità e la marginalità e per Psicologia dello sviluppo e dei processi educativi. La prima è più specifica, la seconda, permette maggiori possibilità di lavoro, come carriere.
      Il mio consiglio, di scegliere tra le due quella che ti appaga di più dal punto di vista professionale e umano.
      Per le informazioni relative al percorso da intraprendere, può essere più opportuno chiedere presso la segreterìa della tua università, in quanto possono sussistere differenze.

      Ti ringrazio, per la partecipazione e per i tuoi sinceri complimenti per il mio lavoro.

      p.s.
      Se ti piace scrivere, puoi prendere in considerazione la possibilità di collaborare con il mio blog,
      a tal fine, a titolo indicativo, ti segnalo il post:
      https://www.giovannivolpe.it/collaborare-su-giovannivolpe-it-blog-sul-lavoro-ad-esempio-scrivere-guest-post/

      Saluti
      Gianni

  7. Eleonora ha detto:

    Buongiorno,
    mi scuso se riapro un post di qualche anno fa, ma ho trovato le informazioni del suo blog molto utili, quindi tento.
    Sono Eleonora, ho una laurea specialistica in Progettazione pedagogica e interventi socio educativi (mi sono laureata nel 2010). Vorrei sapere se con questo titolo posso esercitare la professione di Pedagogista o se è necessaria la specialistica in Scienze pedagogiche. Guardando i piani di studio mi sono accorta che sono molto simili al mio, ma cercando online si parla della laurea in Scienze pedagogiche come l’unico titolo valido.
    Grazie,

    Eleonora

    • Giovanni Volpe ha detto:

      Buongiorno Eleonora,
      benvenuta,

      Per quanto riguarda, i piani di studio (e i relativi sbocchi occupazionali), è preferibile rivolgerti direttamente presso la segreteria della tua facoltà, in considerazione del fatto che sono in continua evoluzione, con i relativi cambiamenti.

      Alla prossima

      Buona giornata
      Gianni


Logo Blog G.V. (80x80) Volpe dr. Giovanni - foto 95x110
Ciao, sono Giovanni Volpe (fondatore e autore: "Il Blog di Giovanni Volpe") www.giovannivolpe.it Blog sul lavoro, corsi, recensioni di libri, prodotti e servizi. In questo spazio, consigli utili,... idee. Ho scritto e pubblicato dalla nascita del Blog, nel Maggio 2009, più di 4500 articoli. Licenza Creative Commons
Quest'opera distribuita con licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 3.0 Unported. twitter - icona pinterest - FeedRSS - Archivi - Contatti - Collabora - Privacy - Cookie Policy - Donazioni ________________________________________________________________________